Il Pendolo di Focault

Il pendolo di Foucault, il secondo romanzo di Umberto Eco, è ambientato tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anno Ottanta a Milano.

Come molti altri romanzi di Eco, è un libro che parla di altri libri e di tutto ciò che vi ruota attorno: gli scrittori protagonisti, i redattori milanesi, ed il del loro sghembo contesto lavorativo e le case editrici, come quelle che riempiono il quartiere Isola di Milano, il tutto intrecciato con misteri e storie sottorranee, talmente complesse che solo leggendo il libro si possono arrivare a comprendere.

Il titolo del libro si riferisce a pendolo ideato dal fisico francese Léon Foucault per dimostrare la rotazione della Terra, e che ha ha un significato simbolico all’interno del romanzo così come le tante altre citazioni esoteriche sulla Cabala, sull’alchimia e sulla teoria del complotto.

Isola, il quartiere delle case editrici

Il quartiere Isola di Milano, che fa da sfondo a molti degli incontri tra i redattori e degli scrittori nel romanzo di Eco, è un quartiere popolare, pieno di case editrici e, per questo anche ricco di bar affollati da editori, redattori, grafici, scrittori e intellettuali che si ritrovano nei bar e nei caffè più trendy della zona per proseguire riunioni e parlare dell’ultimo libro in vetta alle classifiche.

DOVE: Metro Porta Garibaldi.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606